Chi propizierà la crescita delle costruzioni in legno?

Il legno sta lentamente uscendo dalla nicchia, una zona grigia dell’edilizia dove è vissuto confinato per anni dalla mancanza di riferimenti legislativi specifici: basti pensare che solo nel luglio 2009 entra in vigore una normativa ad esso dedicata (NTC ’08)!

Tale cambiamento non è però passato inosservato ai produttori di cemento, laterizio ed acciaio, i quali trovano in questo materiale il “quarto incomodo”, il fratello minore cioè che nessuno aveva mai considerato sino a qualche tempo prima.

Molto passerà attraverso la conoscenza che i professionisti acquisiranno di una tecnologia costruttiva dalle peculiarità progettuali assai diverse rispetto a quella tradizionale e le stesse aziende del settore reciteranno un ruolo importante nell’esecuzione dei dettagli a regola d’arte, scongiurando così i classici problemi ad esempio di condense interstiziali o ristagno d’acqua al piano terra pure nelle case di recente edificazione…

Congegnare un fabbricato vuol dire infatti assegnargli un punteggio in base ad una serie di parametri, ma anche conoscerne le caratteristiche senza tuttavia snaturarlo.

 

Annunci